Scritte

maggio 30, 2008

C’è stato un tempo in cui con alcuni amici ci divertivamo a catalogare e raccogliere quà e là le scritte più belle e più creative che trovavamo nei posti più assurdi della città, delle università, dei bagni, ecc…sono un grande spaccato di vita!

Solo per citarne qualcuna:

MARESCIALLO CHE SCRITTA DA SBALLO (scritta enorme sul muro della caserma della guardia di finanza)

SAVOIA SOLO CON LA ZAPPA IN MANO (la preferita del Mila)

PALAZZO VECCHIO FA BUON BRODO

MENO PELATI PIU’ CAPELLONI

Ieri però al bagno della Istituto Tecnico, ho trovato la frase che dato senso a questo anno scolastico di SSIS così travaglaito, faticoso, a tratti inutile, ma fantastico dal punto di vista del rapporto umano con i ragazzi conosciuti al tirocinio, in cui emergono persone che sono dipinte come demoni, delinquenti, ecc..ma che sono troppo forti.

Sul ultimo bagno, sulla porta c’è scritto la assoluta e tremenda verità:

QUESTA NON E’ UNA SCUOLA QUESTO E’ JUMANJI!

Annunci